In breve: i recenti avvenimenti lungo il confine turco-siriano e la nascita di una nuova coalizione islamica lasciano supporre che i movimenti jihadisti abbiano ormai superato in numero ed in capacità militare la forze dell’Esercito Libero Siriano.

La battaglia per Azaz. Azaz è una piccola cittadina siriana vicina al confine turco che si trova nella parte nord-occidentale del Paese. La scorsa settimana è stata teatro di scontro fra una brigata dell’Esercito Siriano Libero e lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante, un gruppo jihadista legato ad Al Qaeda, il quale è riuscito a prendere il controllo della città. Nonostante sia stato successivamente siglato un cessate il fuoco fra i due gruppi, questo episodio segnala la crescente importanza dei movimenti islamici sul piano militare e politico, a scapito del Consiglio Nazionale Siriano con sede a Istanbul.

La nuova coalizione islamica. Non sorprende il comunicato letto dalla guida della Brigata Liwa al-Tawhid che annuncia la nascita di una nuova coalizione islamica costituita da 11 gruppi. Due sono i punti fondamentali: in primo luogo, viene ribadita la natura islamica delle forze e delle fazioni unitesi nella coalizione, il cui obiettivo è la creazione di un califfato nel quale la sharia venga rispettata e sia l’unica fonte legislativa. In secondo luogo, viene rifiutata la legittimità di quelle forze che si sono costituite all’estero e che non hanno fatto ritorno in Siria. In particolare, non viene riconosciuto l’esecutivo che amministra le regioni siriane controllate dai ribelli, alla cui guida è stato eletto Ahmed Tomeh da parte del Consiglio Nazionale Siriano.

Flag_of_Jabhat_al-Nusra

Che cosa sta cambiando? Come viene riportato da Luca Geronico su Avvenire, pur nella sua estrema frammentazione, è stato stimato che l’elemento islamista sia ormai maggioritario, dal momento che costituisce il 60% delle forze in campo. La nuova coalizione, inoltre, conta tre gruppi precedentemente affiliati all’Esercito Libero Siriano e Jabhat al-Nusra, un gruppo associato ad Al Qaeda e considerato un’organizzazione terroristica dagli Stati Uniti. La crescente radicalizzazione del conflitto rende non solo improbabile una rapida conclusione della guerra civile siriana, ma allontana l’influenza delle forze moderate nel futuro politico del Paese.

Qualche lettura aggiuntiva in merito:

 

 

Leggi anche il mio articolo sull’importanza storica e per l’islam della Siria: http://goo.gl/6kivX8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...